BAXX salute e sicurezza

La tecnologia utilizzata da BAXX è al plasma freddo. BAXX non può causare problemi di salute e sicurezza almeno per un paio di ragioni.
Innanzi tutto perché l’arco di plasma freddo è prodotto all’interno dell’apparecchio che normalmente viene montato ad un’altezza non raggiungibile dall’uomo.
In secondo luogo il plasma freddo viene utilizzato da numerose organizzazioni che si occupano di ricerca medica per il trattamento delle ferite (interazione diretta del plasma freddo)e si è dimostrato così efficace da non poter essere la causa di alcun problema in caso di contatto diretto accidentale.

Fonti

• E. Stoffels et al. 2002 Plasma needle: a non-destructive atmospheric plasma source for fine surface treatment of (bio)materials Plasma Sources Sci. Technol. 11 383–388.
• E. Rubin and J L Farber 1999 Pathology Lipincott-Raven Publ.
• E. Stoffels et al. 2006 A plasma needle generates nitric oxide Plasma Sources Sci. Technol. 15 517–525.
• R. Sladek 2006 Plasma needle: non-thermal atmospheric plasmas in dentistry PhD Thesis, Eindhoven University of Technology.
• I. Kieft et al. 2006 Reattachment and apoptosis after plasma-needle treatment of cultured cells IEEE Trans. Plasma Sci. 34 1331–1336.

La produzione di ossidrili

Gli ioni attivi (OH- ecc.) prodotti dagli apparecchi BAXX sono assolutamente naturali in quanto creati dall’energia presente nell’aria e dall’umidità.
Ci sono numerosi studi sugli effetti salutari di un’atmosfera altamente ionizzata. Per esempio il numero di ioni presenti nell’aria in prossimità di cascate, del mare o semplicemente all’aperto è nettamente superiore a quello presente in una stanza.
Di fatto BAXX aumenta in modo considerevole il processo naturale garantendo un effetto battericida senza alcun effetto nocivo sugli esseri umani. Questo perché il nostro sistema cellulare è estremamente più complesso di quello di batteri, funghi e virus; inoltre tutte le cellule che vengono in contatto con l’aria sono cellule epiteliali quindi di fatto morte in superficie. Nei batteri e nei virus le maggiori funzioni, come ad esempio la respirazione, hanno luogo sulla superficie.
Gli ionizzatori sono utilizzati dagli anni ’70 e nessun problema legato alla salute è stato riscontrato da allora, anzi vi sono numerosi studi sugli effetti positivi come ad esempio:
• “The impact of air quality on productivity and health in the workplace” di Jukes Jenkins and Laws (Workplace Environmental Science and Research Association -1998)
• “Air Ions and Human Performance” L.H. Hawkins e T. Barker (Ergonomics 1978 Vol 21 Xo 273-278).